_"Innamorati a Milano" è un progetto del collettivo FotoromanzoItaliano, appositamente pensato per la mostra "Milano e Oltre_una visione in movimento", a cura di Connecting Cultures, tenutasi alla Triennale di Milano dal 2 al 30 Maggio 2013.

_Vuole guardare alla città di Milano attraverso una metodologia alternativa di decodificazione e interpretazione creativa del tessuto urbano e sociale contemporaneo, attraverso specifiche ricerche iconografiche e iconologiche, secondo criteri ispirati a quello che abbiamo chiamato "neorealitysmo".

_Le immagini costituiscono una scenegggiatura talvolta anche provocatoria, definita a priori solo nei tratti salienti e pertanto suscettibile di alcune derive e successive riletture.

_Un intreccio di fatti di cronaca, gossip, attualità, politica, avvenuti negli ultimi vent'anni a Milano, assemblati grazie ad una esperienza di storytelling collettivo.

_Una successione di luoghi simbolo e storie autonome, che possono prendere direzioni diverse, richiedendo e accettando contribuiti esterni.

_Il progetto è quindi un'azione collettiva sperimentale, che si compone di due fasi: la prima è la raccolta, attraverso una pagina Facebook, di materiali visivi e testuali, riferiti ad avvenimenti di vario genere accaduti a Milano dall'inizio degli anni '90; la seconda è l'editing di questi documenti ed altri prodotti ad hoc, nella costruzione di un racconto verosimile.

_Nel Dicembre 2013, Innamorati a Milano diventa una rivista mensile: una storia d'amore in dodici episodi, tra fiction e "neoreality".